Marilaide Ghigliano

Nata a Ceva nel 1944, Marilaide Ghigliano ha iniziato a fotografare nei primi anni ’70.  Nel ’74 è stata chiamata dalla casa editrice Feltrinelli ad illustrare “Noi e il nostro corpo” ed i successivi libri del Boston Women’s Health Book Collective. Nel 1980 ha esposto a Palazzo Lascaris (Torino) “Maria de los Perros e altre storie”, una mostra sulla condizione della donna nel Terzo Mondo che sarà poi richiesta in quasi tutte le principali città italiane. Un’intensa attività espositiva caratterizza tutti gli anni ’80 e  ’90: una ventina i titoli delle mostre personali più volte replicate in varie sedi. Ha partecipato inoltre ad un gran numero di mostre collettive, tra cui “Il bambino che viene da vicino”, ideata dall’Unicef  nel 1980, mostra itinerante che raccoglieva le immagini sul tema dell’infanzia dei migliori fotografi italiani dell’epoca (Letizia Battaglia, Gianni Berengo Gardin,  Mario Cresci, Mario De Biasi, Mario Giacomelli, Mimmo Jodice, Pepi Merisio, Paolo Monti, Ferdinando Scianna).

Nel 2008 la GAM  di Torino ha acquisito trenta sue fotografie.

Vive e lavora a Torino.

Libri:

Maria de los Perros e altre storie ( Torino, Castalia 1985)

Vita morte miracoli (Torino, Rosemberg & Sellier, 1988. Introduzione di Adalgisa Lugli)

Beware of Cats (Torino, Castalia1996)

 

Calendari:

1988 : Vita morte miracoli

dal 1991 al 2011: Beware of Cats (Castalia)

dal 1993 fino al 20011: Dogs not allowed (Castalia)

1997 e 1998: Cats (Haye, Germania)

1997 e 1998: Dogs (Haye, Germania)